Il punto sulle commodities 7 dicembre 2020

(Teleborsa) – Prepotente rialzo per il greggio, che archivia la settimana con una salita bruciante dell’1,60%. La tendenza di breve dell’oro nero è in rafforzamento con area di resistenza vista a 46,83, mentre il supporto più immediato si intravede a 45,12. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 48,54.

Chiusura negativa per la benzina verde, che termina la settimana con un ribasso dell’1,05%. Le implicazioni tecniche di medio periodo sono sempre lette in chiave rialzista, mentre sul breve periodo stiamo assistendo ad un indebolimento della spinta rialzista per l’evidente difficoltà a procedere oltre quota 1,288.

Settimana molto negativa per il derivato sul Gas, che perde terreno, mostrando una discesa del 9,43%. Analizzando lo scenario del derivato sul Gas si evidenzia un ampliamento della fase ribassista al test del supporto 2,427. Prima resistenza a 2,802. Le attese sono per un prolungamento della linea negativa verso nuovi minimi a 2,28.

Settimana molto negativa per il frumento, che perde terreno, mostrando una discesa del 5,03%.

Aggressivo avvitamento per il granoturco, che archivia la settimana mostrando una perdita dell’2,00%.

Settimana molto negativa per la Soia, che perde terreno, mostrando una discesa del 2,41%.

Ottima performance per il metallo prezioso, che ha chiuso la settimana in rialzo del 2,85%. Lo status tecnico di medio periodo dell’oro rimane negativo. Nel breve periodo evidenziamo un miglioramento della forza rialzista, con la curva che incontra la prima area di resistenza a 1.860,57, mentre i supporti sono stimati a 1.796,57.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 7 dicembre 2020