Il punto sulle commodities 28 ottobre 2018

(Teleborsa) – Settimana molto negativa per il greggio, che perde terreno, mostrando una discesa del 2,56%. Lo status tecnico di medio periodo del petrolio (Crude Oil) rimane negativo. Nel breve periodo, invece, evidenziamo un miglioramento della forza rialzista, con la curva che incontra la prima area di resistenza a 69,29, mentre i supporti sono stimati a 66,42.

Affonda sul mercato il carburante, che a fine settimana soffre con un calo del 5,27%. Lo scenario tecnico della benzina RBOB mostra un ampliamento della trendline discendente al test del supporto 1,783 con area di resistenza individuata a quota 1,877.

Modesto guadagno per il derivato sul Gas, che avanza di poco a +0,5%. Le implicazioni di medio periodo del Future sul Natural Gas confermano la presenza di un trend rialzista.

Settimana molto negativa per il derivato sul grano, che perde terreno, mostrando una discesa del 2,34%. Quadro tecnico in evidente deterioramento con supporti a controllo stimati in area 490,1. Al rialzo, invece, un livello polarizzante maggiori flussi in uscita è visto a quota 517,6.

La settimana chiude piatta per il Future sul Mais, che riporta un cauto +0,14%. L’andamento di breve periodo del Mais mostra una tendenza moderatamente positiva con prima area di resistenza stimata a quota 372 e supporto a 362,3.

Chiusura in rosso per il derivato sui semi di soia, che termina la settimana segnando un calo dell’1,37%. Lo status di medio periodo ribadisce la fase positiva del Semi di Soia. Tuttavia, se analizzato nel breve termine, evidenzia un andamento meno intenso della tendenza rialzista al test del top 858,4.

Piccolo passo in avanti per il metallo giallo, che porta a casa un misero +0,61%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 1.237,5, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 1.225,3.

Sostanzialmente invariata la settimana per il platino, che chiude le contrattazioni sui valori dell’ottava precedente.
L’esame di breve periodo del platino classifica un rafforzamento della fase rialzista con immediata resistenza vista a 834,3 e primo supporto individuato a 822,8.

Il punto sulle commodities 28 ottobre 2018