Il punto sulle commodities 28 dicembre 2020

(Teleborsa) – Ribasso scomposto per il greggio, che archivia la settimana con una perdita secca dell’1,77%. La tendenza di breve dell’oro nero è in rafforzamento con area di resistenza vista a 49,21, mentre il supporto più immediato si intravede a 47,13. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 51,29.

Settimana negativa per la benzina verde, che chiude le contrattazioni con una perdita dell’1,20%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 1,403, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 1,347. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1,459.

In forte ribasso il derivato sul Gas, che chiude la settimana con un disastroso -6,96%. Analizzando lo scenario del Future sul Natural Gas si evidenzia un ampliamento della fase ribassista al test del supporto 2,433. Prima resistenza a 2,67. Le attese sono per un prolungamento della linea negativa verso nuovi minimi a 2,354.

Effervescente il grano, che archivia la settimana con una performance decisamente positiva del 3,08%.

Brilla il derivato sul mais, che chiude la settimana con una performance positiva del 3,09%.

Protagonista il derivato sui semi di soia, che ha chiuso la settimana con un rialzo del 3,57%.

Sostanziale invarianza per il metallo giallo, che archivia la settimana con un trascurabile -0,13%. La tendenza di breve del metallo prezioso è in rafforzamento con area di resistenza vista a 1.885,23, mentre il supporto più immediato si intravede a 1.866,46. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1.904.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 28 dicembre 2020