Il punto sulle commodities 27 ottobre 2019

(Teleborsa) – Effervescente il petrolio, che archivia la settimana con una performance decisamente positiva del 5,29%. La tendenza di breve del petrolio è in rafforzamento con area di resistenza vista a 57,78, mentre il supporto più immediato si intravede a 54,58. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 60,98.

Ottima performance per la benzina verde, che ha chiuso la settimana in rialzo del 3,15%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 1,695, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 1,629. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1,761.

Protagonista il Future sul Natural Gas, che ha chiuso la settimana con un rialzo del 4,28%. La tendenza di breve del Future sul Natural Gas è in rafforzamento con area di resistenza vista a 2,537, mentre il supporto più immediato si intravede a 2,31. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 2,764.

Ribasso scomposto per il grano, che archivia la settimana con una perdita secca del 2,40%. L’analisi di medio periodo conferma la tendenza positiva del grano, mentre se si analizza il grafico a breve, viene evidenziato un indebolimento delle quotazioni al test della resistenza 522,17. Primo supporto visto a 514,67.

Composto ribasso per il mais, in flessione dell’1,02% sui valori dell’ottava precedente. Le implicazioni di medio periodo del granoturco confermano la presenza di un trend rialzista. Tuttavia lo scenario a breve evidenzia un esaurimento della forza positiva al test di resistenza individuato a 387,58, con primo supporto visto a 386,33.

Sottotono il cereale più consumato al mondo, che chiude la settimana con un calo dell’1,01%. Lo status tecnico di medio periodo del riso grezzo rimane negativo. Nel breve periodo evidenziamo un miglioramento della forza rialzista, con la curva che incontra la prima area di resistenza a 11,84, mentre i supporti sono stimati a 11,71.

Balza in avanti l’oro, che amplia la performance positiva con un incremento dello 0,90%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 1.510,91, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 1.491,03. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1.530,79.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 27 ottobre 2019