Il punto sulle commodities 25 ottobre 2020

(Teleborsa) – Ribasso scomposto per il petrolio, che archivia la settimana con una perdita secca del 2,52%. La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 41,08.

Ribasso scomposto per il carburante, che archivia la settimana con una perdita secca del 2,56%. Analizzando lo scenario del raffinato del petrolio si evidenzia un ampliamento della fase ribassista al test del supporto 1,123. Prima resistenza a 1,172. Le attese sono per un prolungamento della linea negativa verso nuovi minimi a 1,106.

Protagonista il Future sul Natural Gas, che ha chiuso la settimana con un rialzo del 15,22%. La tendenza di breve del Future sul Natural Gas è in rafforzamento con area di resistenza vista a 3,43, mentre il supporto più immediato si intravede a 2,877. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 3,983.

Apprezzabile rialzo per il grano, in guadagno dell’1,20%, rispetto alla scorsa settimana

Prepotente rialzo per il granoturco, che archivia la settimana con una salita bruciante del 4,29%.

Effervescente la Soia, che archivia la settimana con una performance decisamente positiva del 3,21%.

Andamento piatto per il metallo prezioso, che propone sul finale di settimana un moderato +0,14%. Lo scenario di breve periodo dell’oro evidenzia un declino dei corsi verso area 1.893,57 con prima area di resistenza vista a 1.916,39. Le attese sono per un ampliamento della fase negativa verso il supporto visto a 1.885,96.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 25 ottobre 2020