Il punto sulle commodities 23 dicembre 2019

(Teleborsa) – Balza in avanti il petrolio, che amplia la performance positiva con un incremento dell’1,12%. La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 61,03.

Ottima performance per la benzina verde, che ha chiuso la settimana in rialzo del 2,83%. La tendenza di breve della benzina verde è in rafforzamento con area di resistenza vista a 1,721, mentre il supporto più immediato si intravede a 1,677. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1,765.

Settimana positiva per il Future sul Natural Gas, che avanza bene e porta a casa un +0,95%. La tendenza di medio periodo del Future sul Natural Gas si conferma negativa. Al contrario, nel breve termine, si evidenzia un miglioramento rialzista che potrebbe raggiungere la resistenza vista a quota 2,355 prima e 2,423 dopo.

Appiattita la performance del grano, che porta a casa a fine settimana un composto -0,18%. Lo scenario di medio periodo è sempre connotato positivamente, mentre la struttura di breve periodo mostra qualche cedimento, letto dai relativi indicatori, per l’opposizione della resistenza stimata a quota 551,58.

Prepotente rialzo per il mais, che archivia la settimana con una salita bruciante dell’1,84%. Le implicazioni tecniche di medio periodo sono sempre lette in chiave rialzista, mentre sul breve periodo stiamo assistendo ad un indebolimento della spinta rialzista per l’evidente difficoltà a procedere oltre quota 389,67.

Ottima performance per il riso grezzo, che ha chiuso la settimana in rialzo del 3,08%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 12,97, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 12,7. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 13,25.

Sostanziale invarianza per l’oro, che archivia la settimana con un trascurabile +0,15%. La tendenza di breve dell’oro è in rafforzamento con area di resistenza vista a 1.479,27, mentre il supporto più immediato si intravede a 1.475,87. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1.482,67.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 23 dicembre 2019