Il punto sulle commodities 14 giugno 2021

(Teleborsa) – Prepotente rialzo per l’oro nero, che archivia la settimana con una salita bruciante del 2,02%. La tendenza di breve del petrolio è in rafforzamento con area di resistenza vista a 71,3, mentre il supporto più immediato si intravede a 69,75. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 72,85.

Chiusura in rosso per la benzina verde, che termina la settimana segnando un calo dello 0,97%. La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 2,205.

Ottima performance per il derivato sul Gas, che ha chiuso la settimana in rialzo del 6,01%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 3,345, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 3,155. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 3,535.

Frazionale ribasso per il frumento, che chiude gli scambi con una perdita dello 0,66%. Analizzando lo scenario del derivato sul grano si evidenzia un ampliamento della fase ribassista al test del supporto 678,17. Prima resistenza a 684,17. Le attese sono per un prolungamento della linea negativa verso nuovi minimi a 676,08.

Piccolo passo in avanti per il mais, che, a fine settimana, porta a casa un misero +0,62%. Lo scenario attuale del mais mostra un allentamento della trendline al test del supporto 675,42. Le implicazioni tecniche propendono per una continuazione della fase ribassista verso nuovi bottom visti a 665,83.

Ribasso scomposto per la Soia, che archivia la settimana con una perdita secca del 4,72%. Lo scenario di breve periodo del derivato sui semi di soia evidenzia un declino dei corsi verso area 1.482,67 con prima area di resistenza vista a 1.557,92. Le attese sono per un ampliamento della fase negativa verso il supporto visto a 1.457,58.

Risultato negativo per l’oro, con una flessione dello 0,70%, sui valori dell’ottava precedente. Lo scenario di medio periodo è sempre connotato positivamente, mentre la struttura di breve periodo mostra qualche cedimento, letto dai relativi indicatori, per l’opposizione della resistenza stimata a quota 1.891,4.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 14 giugno 2021