Il punto sulle commodities 07 gennaio 2020

(Teleborsa) – Brillante rialzo per il petrolio, che lievita in modo prepotente archiviando la settimana con un guadagno del 2,10%. La tendenza di breve del petrolio è in rafforzamento con area di resistenza vista a 63,8, mentre il supporto più immediato si intravede a 61,53. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 66,07.

Composto rialzo per la benzina verde, che archivia la settimana con un guadagno dello 0,34%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 1,773, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 1,717. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1,83.

In forte ribasso il Future sul Natural Gas, che chiude la settimana con un disastroso -5,84%. Analizzando lo scenario del Future sul Natural Gas si evidenzia un ampliamento della fase ribassista al test del supporto 2,108. Prima resistenza a 2,175. Le attese sono per un prolungamento della linea negativa verso nuovi minimi a 2,082.

Debole la settimana per il grano che, a fine settimana, porta a casa un calo dello 0,63%. Lo status di medio periodo ribadisce la fase positiva del grano. Tuttavia, se analizzato nel breve termine, evidenzia un andamento meno intenso della tendenza rialzista al test del top 556,83. Primo supporto a [s1].

Performance infelice per il mais, che chiude la settimana con una performance dello 0,64%. La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 389,25.

Chiusura in rosso per il riso grezzo, che termina la settimana segnando un calo dello 0,77%. Lo scenario di medio periodo è sempre connotato positivamente, mentre la struttura di breve periodo mostra qualche cedimento, letto dai relativi indicatori, per l’opposizione della resistenza stimata a quota 13,03.

Prepotente rialzo per l’oro, che archivia la settimana con una salita bruciante del 2,73%. La tendenza di breve dell’oro è in rafforzamento con area di resistenza vista a 1.581,47, mentre il supporto più immediato si intravede a 1.533,25. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 1.629,7.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 07 gennaio 2020