Il Presidente Mattarella plaude al referendum sulle riforme

(Teleborsa) – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deposto una corona d’alloro all’Altare della Patria in occasione oggi del 71esimo anniversario della Liberazione.

Il Capo dello Stato era accompagnato dal Presidente del Senato Piero Grasso, dal Presidente della Corte costituzionale Paolo Grossi, dal Vicepresidente della Camera Simone Baldelli, dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Le celebrazioni proseguiranno in tutto il paese per festeggiare la liberazione dal nazifascismo. “L’antifascismo è elemento costitutivo e irrinunciabile della nostra società. Giusto tenere alta la guardia”. Così, il premier Matteo Renzi, in un’intervista a Repubblica, secondo cui le candidature a Roma di Meloni e Raggi non mettono a rischio il senso della Liberazione: “Tutti ci riconosciamo nei valori della Costituzione”.

La parola libertà sarà al centro del discorso che il presidente Mattarella si appresta a tenere nel teatro di Varallo. “La Repubblica, specchio dei suoi cittadini e, insieme, baluardo delle loro libertà, deve sempre sapere rinnovarsi, dotarsi di strumenti più efficaci e trasparenti, riconquistarne la piena fiducia, indebolita in anni di crisi economica e di minor fertilità del circuito democratico” scrive il capo dello Stato in un suo contributo per “Italianieuropei”, in occasione del numero speciale “Il cammino della Repubblica” che la rivista dedicherà ai 70 anni del voto alle donne, del referendum Repubblica-Monarchia e dell’elezione dell’Assemblea costituente.

Il Presidente Mattarella plaude al referendum sulle riforme