Il petrolio continua a correre in vista di un calo delle scorte USA

(Teleborsa) – Il petrolio continua a correre sui mercati internazionali, rafforzando il rally avviato già la scorsa settimana, sulla scia delle dichiarazioni dei membri OPEC circa una possibile estensione dell’accordo, cui si aggiunge ora qualche dato positivo riguardo le scorte USA. 

Il report settimanale dell’API, un ente privato di ricerca, ha già anticipato un calo delle scorte superiore alle attese di 1,8 milioni di barili, a fronte dei -0,5 milioni del consensus, alimentando attese positive per il report del Dipartimento dell’Energia, curato dall’EIA – Energy Information Administration, in calendario per oggi, che prevede un calo degli stock di greggio di circa 0,4 milioni.

Nel frattempo, un barile petrolio vale oggi 51,66 dollari (+1,23%) se si considera il future sulla qualità nordamericana WTI, dopo aver già sfondato la scorsa settimana il tetto dei 50 dollari, al top delle ultime 4 settimane, mentre il contratto a termine sul Brent vale a Londra 55,12 dollari (+1,25%).  

Sarà da vedere anche quale effetto produrranno i consueti dati settimanali sui pozzi “attivi”, pubblicati ogni venerdì dal colosso Baker Hughes, e l’effetto prodotto dai movimenti del dollaro, che fino alla fine della settimana potrebbe rimanere “congelato” per effetto della pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro USA.

Il petrolio continua a correre in vista di un calo delle scorte U...