Il Petrolio accentua la corsa dopo i dati sulle scorte USA

(Teleborsa) – Non si arresta la corsa del petrolio, che si avvia a mettere a segno la quarta giornata consecutiva di rialzi. A confermare il trend i dati sulle scorte di greggio negli Stati Unitipubblicati dall’Energy Information Administration (EIA, divisione del Dipartimento dell’Energia americano) che hanno evidenziato un calo di 5,8 milioni di barili, molto al di sopra di quanto stimato dagli analisti (-1,5 MBG).

Questi numeri confermano quanto diffuso ieri dall’American Petroleum Institute, ossia una discesa degli stock di 5,2 milioni di barili.

Gli investitori continuano dunque a scommettere sull’oro nero in attesa degli effetti delle sanzioni statunitensi all’Iran che dovrebbero portare ad un calo delle forniture globali di 1-1,5 milioni di barili giornalieri.

La ripresa delle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina, inoltre, potrebbero mettere un freno ad una guerra sui dazi che potrebbe danneggiare soprattutto Pechino, con inevitabili ripercussioni sulla domanda di petrolio da parte della seconda maggiore economia al mondo.

I future sul West Texas Intermediate (WTI) stanno guadagnando il 2,29%, o 1,51 dollari, a quota 67,32 dollari al barile mentre quelli sul Brent avanzano di 1,47 dollari (+2%) a 74,10 dollari al barile.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Petrolio accentua la corsa dopo i dati sulle scorte USA