Il Natale farà bene all’industria, parola di Coldiretti

(Teleborsa) – Ad ottobre l’industria italiana sembra aver ingranato una marcia più alta, grazie non solo al buon andamento del comparto auto ma anche al settore agroalimentare. Si spera in una ripresa economica più sostenuta per il nostro Paese, dunque, visto che la spesa alimentare è uno speciale indicatore dello stato dell’economia nazionale, poiché si tratta della principale voce del budget delle famiglie dopo l’abitazione con un importo complessivo di 215 miliardi. 

La produzione dell’industria alimentare e delle bevande ha fatto registrare ad ottobre un incremento superiore alla media: +3,3%. Questa tendenza fa ben sperare per le festività di Natale con le spese a tavola che rappresentano una componente importante del budget delle famiglie.

Secondo la Coldiretti a sostenere la crescita è infatti l’andamento della domanda sia in Italia che all’estero dove per le esportazioni alimentari Made in Italy si raggiungerà nel 2015 il valore record di 36 miliardi di euro.
Anche sul piano nazionale siamo di fronte ad un significativo cambio di direzione dei consumi alimentari e si prevede a fine anno un +0,3% di crescita cumulata nei dodici mesi. Il recupero è ancora del tutto marginale rispetto al crollo che si è verificato negli anni della crisi ma è un importante segnale positivo della ripresa.

Il cambiamento – conclude l’associazione degli agricoltori – deve ora trasferirsi alle imprese agricole con una adeguata remunerazione dei prodotti che in molti casi s trovano tuttora al di sotto dei costi di produzione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Natale farà bene all’industria, parola di Coldiretti