Il mini yen spinge al rialzo Tokyo. Miste le altre Borse asiatiche

(Teleborsa) – Miste le principali Borse asiatiche in una sessione dominata dal rally di Tokyo.

Complice l’ennesimo indebolimento dello yen, l’indice Nikkei ha tentato il superamento di quota 2.000 punti come non faceva da agosto.

La Borsa nipponica si conferma dunque una delle migliori in Asia. L’indice Nikkei è infatti il secondo miglior benchmark da inizio anno (dopo lo Shenzhen Composite Index salito del 66%) con un rialzo del 14% e uno dei migliori da settembre, mese in cui i listini asiatici hanno tentato di risollevarsi dal panic selling dovuto alla sindrome cinese, ossia al timore per un rallentamento dell’economia della Cina.

Oggi il Nikkei ha guadagnato lo 0,49% a 19.944 punti mentre il Topix è salito dello 0,48% a 1.602 punti.

Tra i mercati già chiusi ottime Seoul +1% e Taiwan +1,18%. 

Fra gli altri listini chiuderanno più tardi le contrattazioni, limature per Hong Kong -0,42%, Singapore -0,20% e Bangkok -0,3%. Kuala Lumpur è piatta, Jakarta viaggia in contro trend con un rialzo dello 0,66%.

Dimesse le borse cinesi, con Shanghai che cede lo 0,34%, Shenzhen lo 0,77%.

Il mini yen spinge al rialzo Tokyo. Miste le altre Borse asiatich...