Il mercato snobba l’aumento di Saipem. Inoptato al 12%

(Teleborsa) – Si è concluso con adesioni pari all’87,8% delle azioni offerte l’aumento di capitale di Saipem, raggiungendo un controvalore pari a 3,073 miliardi di euro.

Eni e Fondo Strategico Italiano, si legge in un comunicato, hanno sottoscritto la quota di loro pertinenza dell’aumento di capitale, pari al 42,9% del capitale sociale ordinario della società.

I diritti inoptati, pari al 12% delle azioni offerte per un controvalore di 427 milioni di euro, saranno offerti in Borsa per tutta la prossima settimana.

I diritti potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle azioni, al prezzo di 0,362 euro per azione nel rapporto di 22 azioni ogni diritto.

Saipem ricorda che l’aumento di capitale per 3,5 miliardi complessivi è garantito per la sua totalità poiché diverse banche si sono impegnate in qualità di garanti, “disgiuntamente e senza vincolo di solidarietà tra loro, a sottoscrivere le azioni ordinarie Saipem eventualmente rimaste non sottoscritte all’esito dell’Offerta in Borsa dei diritti inoptati”.

Una rassicurazione, questa, che tuttavia non sta favorendo i titoli Saipem: in questo momento sono sospesi per eccesso di ribasso con un teorico -8,95%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il mercato snobba l’aumento di Saipem. Inoptato al 12%