Il mercato auto USA è atteso in recupero. Fiat Chrysler in pole

(Teleborsa) – Le vendite di auto sono attese in recupero ad aprile, complice il basso costo dei finanziamenti, il crollo del prezzo della benzina e il recupero del sentiment dei consumatori, che ha portato molti più americani negli showroom. 

Ford ha aumentato le vendite meno del previsto, registrando un incremento del 4% a 231 mila unità, sotto il 4,5% atteso dagli analisti.

Peggio delle attese anche General Motors, che ha riportato un calo delle vendite del 3,5%, più pronunciato del -2,3% atteso, attestandole a 259 mila veicoli

Lo scandalo del Dieselgate continua a tenere in scacco Volkswagen, che registra il sesto calo consecutivo delle vendite, riportando una diminuzione del 9,6% a 27 mila unità.

Fiat Chrysler invece registra un aumento delle vendite del 5,6% a 199 mila unità, facendo registrare il migliore aprile dal 2005, grazie al grande successo del brand Jeep. 

Anche i pèroduttori giapponesi sono andati bene, con un +14% per Honda ed un +13% per Nissan, mentre Toyota è cresciuta del 3,6%.

In base ai dati forniti dai produttori di auto attivi sul mercato statunitense, il dato complessivo delle vendite, che sarà pubblicato stasera, potrebbe centrare le stime degli analisti e segnalare un aumento atteso del 5% ad aprile per 1,5 milioni di auto nel mese e 17,5 milioni su base annua.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il mercato auto USA è atteso in recupero. Fiat Chrysler in pole