Il lusso torna in passerella a Piazza Affari

(Teleborsa) – E’ la rimonta del lusso che traina la Borsa di Milano in questi giorni, grazie ad un ritorno di appeal di un settore che, per sua natura è molto sensibile alla congiuntura mondiale ed anche esposto alla volatilità del turismo. Il settore difatti aveva risentito di recente di una serie di eventi choc, come gli attentati a Parigi e la crisi diplomatica Russia-Turchia. 

Negli ultimi giorni, poi, la scommessa sull’arrivo di nuovi stimoli da parte della BCE e forse della banca centrale cinese, ha più che compensato l’attesa di un rialzo dei tassi della Fed, facendo deprezzare l’euro, che scambia a cavallo degli 1,06 dollari. 

Questo ha favorito il segmento del lusso, che è molto sensibile alla variazione del cambio e più esposto alla congiuntura internazionale. Del mini euro risentiranno positivamente le vendite ed i profitti.

Intanto, il World Luxury Index registra un modesto incremento dello 0,15%, a fronte di una performance più brillante di Hermes, Christian Dior e LVMH, che evidenziano guadagni superiori al mezzo punto. Molto meglio le big italiane della moda, come Moncler che sale del 2,66% e Salvatore Ferragamo dell’1,4%. Corre anche la big dell’eCommerce del lusso Yoox Net-a-Porter che registra un incremento del 2,52%. In linea con la media europea la performance di Tod’s e Luxottica.

Il lusso torna in passerella a Piazza Affari