Il Job Report americano rasserena le Borse europee

(Teleborsa) – Le Borse europee cambiano rotta dopo il Job Report statunitense migliore delle attese che ha confermato l’ottimo stato di salute della prima economia al mondo.

A dicembre sono stati creati molti più posti del previsto nel settore non agricolo americano. La congiuntura USA si conferma dunque solida e dunque in grado di trainare gli altri Paesi ora che la Cina sta visibilmente rallentando il passo. 

I listini del Vecchio Continente erano partiti bene in scia alla rimonta messa a segno dall’Asia a sua volta sostenuta dalla decisione di Pechino di rimuovere i limiti al trading, salvo poi cedere alla cautela proprio in vista della pubblicazione dei numeri sul mercato del lavoro a stelle e strisce.

Non hanno aiutato le cattive notizie arrivate dalla Germania, dove la produzione ed il commercio estero hanno frenato, e dalla Francia, che ha visto scivolare più delle attese la produzione industriale.

Anche l’Euro / Dollaro USA reagisce al Job Report: la moneta unica si è infatti indebolita a 1,0847 USD in scia alla contestuale accelerazione del biglietto verde sulle prospettive di un rapido aumento dei tassi di interesse in USA.

Tra i mercati del Vecchio Continente, Francoforte avanza ora dello 0,57%, Londra dello 0,54% mentre Parigi è piatta. A Milano il FTSE MIB segna ora un +0,36%.

Il Job Report americano rasserena le Borse europee