Il guru Buffett fiuta affari in AT&T e alza la posta su IBM

(Teleborsa) – A quanto pare IBM piace davvero molto a Warren Buffett.

Nel terzo trimestre la Berkshire Hathaway, holding “gioiello” – ogni azione di classe A vale poco meno di 200 mila dollari -del miliardario statunitense, ha aumentato la propria partecipazione in Big Blue (nel cui azionario era entrata a febbraio) acquistandone altre 1,5 milioni di azioni, si legge nel consueto aggiornamento sulle partecipazioni rilevanti da parte della Securities and Exchange Commission (SEC), la Consob statunitense.

L’incremento non è elevato (circa il 2%) ma molto significativo se si considera che IBM ha inanellato ben 14 trimestri di ricavi in calo e, in occasione dell’ultimo bilancio svelato a fine ottobre, lanciato un allarme utili. 

Ma se il Guru di Omaha, così chiamato grazie al suo incredibile fiuto per gli affari, continua a scommettere sull’ex colosso di server e PC ora in cerca di una nuova dimensione con il cloud computing e il computing analytics, qualcosa ci deve essere sotto.

In attesa che il mondo della finanza scopra il mistero, Buffett ha anche aumentato la propria partecipazione in General Motors acquistando 9 milioni di azioni, Philips e, soprattutto, AT&T della quale ha acquistato nel trimestre quasi 60 milioni di azioni per un valore di carico di 1,9 miliardi di dollari.

L’Oracolo (altro eloquente appellativo del tycoon) ha invece alleggerito la sua posizione in Wal-Mart e in Goldman Sachs  vendendo rispettivamente 4,2 e 1,6 milioni di azioni dei due colossi USA.

Invariati i tre principali investimenti di Buffett, ossia Wells Fargo, Kraft Heinz e Coca Cola.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il guru Buffett fiuta affari in AT&T e alza la posta su IBM