Il Giappone resta in deflazione, industria ancora a prezzi scontati

(Teleborsa) – Nessun segnale di ripresa per i prezzi alla produzione giapponesi, che confermano la tendenza deflazionistica, soprattutto a causa del crollo dei prodotti energetici e del petrolio.

A febbraio, secondo quanto rilevato dalla Bank of Japan, il dato ha evidenziato un calo dello 0,2% su base mensile in misura inferiore rispetto al -1% di gennaio (-0,9% la prima lettura) e al -0,3% stimato dagli analisti. Su base annua i prezzi hanno mostrato una discesa del 3,4% dopo il calo del 3,2% rivisto del mese precedente.

I prezzi export hanno registrato una flessione dello 0,2% su base mensile, mentre su anno hanno evidenziato un decremento del 5,2%. I prezzi import sono calati invece del 2,9% su mese evidenziando un calo del 15,1% tendenziale.

Il Giappone resta in deflazione, industria ancora a prezzi scontati
Il Giappone resta in deflazione, industria ancora a prezzi sconta...