Il Fellini si rilancia con Ryanair e la Russia

(Teleborsa) – Sono bastati i poco più di 300mila passeggeri transitati nel 2018 al Fellini di Rimini per far tornare il sorriso all’Amministratore Delegato di AiRiminum, Leonardo Corbucci. Il quale, partendo dalla buona ripresa dell’anno appena messo alle spalle e dal fatto che durante l’estate scorsa si è volato tutti i giorni, vede prospettarsi un 2019 con il delta ancora positivo.

Il programma dei voli messo in cantiere è incoraggiante. Ryanair porterà da 5 a 9 i voli settimanali sullo scalo riminese permettendo di raggiungere, oltre alle già presenti Londra, Varsavia e Kaunas, le destinazioni di Budapest e Cracovia. Nel contempo è atteso il rientro dei collegamenti stagionali con la Russia, con Rossiya del gruppo Aeroflot e Ural Airlines, che riporterà i turisti direttamente sulla riviera romagnola.

Dopo la concessione trentennale ottenuta da Enac, AiRiminum attende l’approvazione per attuare il programma di interventi contenuti nel Masterplan 2020-2033, che prevede nel primo triennio investimenti infrastrutturali per 22 milioni, a cui se ne aggiungono 65 nel periodo dal 2024 al 2033.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Fellini si rilancia con Ryanair e la Russia