Il disagio sociale allenta la morsa a marzo. Pesa la disoccupazione

(Teleborsa) – Il disagio sociale allenta la morsa, ma si conferma su livelli prossimi ai massimi da 1 anno a questa parte. E’ quanto emerge dall’ultima rilevazione di Confcoimmercio, che mensilmente effettua il sondaggio ed elabora il Misery Index (MIC), sulla base degli andamenti della disoccupazione e dell’inflazione.

A marzo, il Misery index di Confcommercio è sceso a 20,2 punti (-0,3 punti rispetto a febbraio), invertendo sia pure in misura contenuta la tendenza all’aumento che aveva caratterizzato gli ultimi mesi.

L’andamento è stato determinato in larga parte dalla componente relativa ai prezzi,  la cui variazione, per i beni ad alta frequenza d’acquisto, è scesa dal 3,2% di febbraio al 2,7% dell’ultimo mese.

Per contro la disoccupazione estesa è aumentata di un decimo di punto, come sintesi di un incremento della componente ufficiale e di una riduzione di quella relativa alla cassa integrazione (CIG) ed agli scoraggiati.

In presenza di una dinamica inflazionistica che, seppure non particolarmente elevata, si manterrà anche nei prossimi mesi su valori superiori all’1,5%, Confcommercio segnala che “per la riduzione dell’area del disagio sociale è necessario che l’occupazione torni a crescere a ritmi più sostenuti”.

Il disagio sociale allenta la morsa a marzo. Pesa la disoccupazio...