Il ddl concorrenza riceve l’OK della commissione. In Aula dopo l’estate

(Teleborsa) – Il ddl concorrenza sulle liberalizzazioni ha ricevuto il via libera della commissione industria al Senato, al termine di un itern non breve, che ha preso già 18 mesi e sembra destinato a prendere altro tempo. Il decreto dopo la pausa estiva approderà in Aula a Palazzo Madama, per poi tornare alla Camera per la lettura definitiva. 

Il governo, dopo una riunione dei Ministri interessati, ha rinunciato ad inserire l’emendamento sul patent linkage, la norma sul rimborso dei farmaci generici che mira a svincolare l’iter di approvazione dalle dispute brevettuali. L’esecutivo ha infatti preferito risolvere la questione con un emendamento che sarà presentato in Aula. 

Ecco le modifiche salienti: 

Scatole nere – le assicurazioni dovranno praticare uno sconto “significativo” per chi istalla scatole nere a bordo dell’autovettura. Lo stesso vale per chi istalla dispositivi che bloccano l’auto in caso di tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti o che accettano di sottoporre l’auto a ispezione della compagnia. Il costo, in base ad un sub emendamento, sarà a carico delle imprese assicuratrici, mentre il testo originario prevedeva che fossero a carico delle imprese solo i costi di installazione, disinstallazione, sostituzione e portabilità dei dispositivi elettronici.

RC Auto per il Sud – le assicurazioni dovranno riconoscere un premio al merito, cioè uno sconto aggiuntivo per i residenti al Sud che presentino una sinistrosità più bassa della media, sulla base di “parametri oggettivi” (frequenza sinistri, costo medio ecc). In sostanza è previsto un ulteriore sconto rispetto alla scatola nera per chi non ha causato incidenti negli ultimi 4 anni.

Farmacie – fissato un tetto del 20% al possesso delle farmacie, che viene però contestato dalle associazioni di categoria, nel timore che possa favorire infiltrazioni mafiose, dato che consentirebbe a 5 soggetti di detenere il 100% delle oltre 1.400 farmacie presenti in Italia. Resta insoluta invece la questione del patent linkage, cioè dell’emendamento Lanzillotta che aveva incassato il parere favorevole dell’Antitrust e che avrebbe abrogato una norma che vieta alo Stato il rimborso di farmaci generici prima della scadenza del brevetto.

Energia e Gas – rinviata di sei mesi al 1° luglio 2018 la fine del regime di maggior tutela per le bollette di elettricità e gas. Inoltre, gli enti locali che predispongono gare per la distribuzione del gas sul modello dei “bandi tipo” definiti dall’Autorità per l’Energia godranno di una corsia preferenziale nella loro valutazione. 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il ddl concorrenza riceve l’OK della commissione. In Aula dopo l...