Il Comparto chimico italiano continua sulla scia ribassista rappresentata da sei cali consecutivi (-1,58%)

(Teleborsa) – Segno meno per il comparto chimico italiano a dispetto dell’andamento tonico evidenziato dall’EURO STOXX Chemicals.

L’indice delle società italiane appartenenti al settore chimico ha chiuso a quota 18.837,55 in calo di 303,3 punti rispetto alla chiusura precedente. Intanto il settore Chimico europeo chiude in positivo a 1.076,88, dopo aver avviato la seduta a 1.077,34.

Tra le società meno capitalizzate di Piazza Affari, ribasso scomposto per Aquafil, che archivia la sessione con una perdita secca del 3,57% sui valori precedenti.

Ribasso per Isagro, che chiude la seduta con una flessione dell’1,23%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Comparto chimico italiano continua sulla scia ribassista rappresent...