Il comparto beni industriali a Milano procede in negativo (-1,81%)

(Teleborsa) – Si muove verso il basso il settore infrastrutture e impiantistica, dopo un esordio in lieve salita dell’EURO STOXX Industrial Goods & Services.

Il FTSE Italia Industrial Goods & Services ha aperto a quota 34.250,66 con un ribasso dell’1,81%, rispetto alla chiusura precedente. In lieve salita l’indice delle principali società europee che operano nel settore infrastrutture e impiantistica che viaggia a 855,81, dopo un inizio di seduta a 851,21.

Tra le azioni più importanti dell’indice beni industriali di Milano, retrocede molto Atlantia, che esibisce una variazione percentuale negativa del 8,48%. A pesare il crollo del Ponte Morandi a Genova mentre è stata istituita una Commissione ispettiva da parte del Ministero dei Trasporti e delle Infrastruttureper fare chiarezza sul disastro.

Tra le mid-cap italiane, in forte ribasso Sias, che mostra un disastroso -3,92%.

In caduta libera ASTM, che affonda del 3,35%.

Tra i titoli a bassa capitalizzazione del comparto beni industriali, a picco Fiera Milano, che presenta un pessimo -5,87%.

Pesante Biancamano, che segna una discesa di ben -4,36 punti percentuali.

Seduta drammatica per Autostrade Meridionali, che crolla del 3,70%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il comparto beni industriali a Milano procede in negativo (-1,81%)