Il comparto beni industriali a Milano in forte ribasso (-1,65%)

(Teleborsa) – Il Settore infrastrutture e impiantistica continua la seduta all’insegna delle vendite nonostante la cautela evidenziata dall’EURO STOXX Industrial Goods & Services.

Il FTSE Italia Industrial Goods & Services ha chiuso a quota 33.867,78, in contrazione di 566,97 punti rispetto alla chiusura precedente. Intanto l’indice delle principali società europee che operano nel settore infrastrutture e impiantistica si è mosso in tono cautamente positivo a 861,22, dopo aver avviato la seduta a 860,43.

Nel listino principale, affonda sul mercato Atlantia, che alla chiusura soffre con un calo del 3,81%.

Seduta molto negativa per CNH Industrial, che perde terreno, mostrando una discesa del 2,03%.

Ribasso per Prysmian, che chiude la seduta con una flessione dell’1,30%.

Tra le medie imprese quotate sul listino milanese, seduta in ribasso per Interpump, che porta a casa un decremento dell’1,72%.

Sottotono Sias, che chiude la seduta con un calo dell’1,70%.

Debole la giornata per Cerved Group, che porta a casa un calo dello 0,69%.

Tra i titoli a bassa capitalizzazione dell’indice beni industriali, giornata da dimenticare per D’Amico, che archivia la sessione in forte flessione, mostrando una perdita del 2,48% sui valori precedenti.

Aggressivo ribasso per Servizi Italia, che flette in maniera scomposta, archiviando la sessione con una perdita del 2,28%.

Risultato negativo per Biancamano, con una flessione dell’1,47%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il comparto beni industriali a Milano in forte ribasso (-1,65%)