Il commercio al dettaglio arranca

(Teleborsa) – Gli italiani continuano a ridurre gli acquisti, ma solo rispetto al mese precedente, visto che paragonando i dati allo scorso anno si osserva un certo miglioramento nelle vendite. 

Ad ottobre 2015 l’indice destagionalizzato del valore delle vendite al dettaglio ha registrato una diminuzione dello 0,3% rispetto a settembre 2015, deludendo le attese del mercato che erano per un incremento dello 0,3%.
Nella media del trimestre agosto-ottobre 2015, spiega l’Istat, il valore delle vendite registra una crescita dello 0,2% rispetto al trimestre precedente.

L’indice grezzo del valore del totale delle vendite aumenta invece dell’1,8% rispetto a ottobre 2014, molto più dell’1,5% di settembre e del consensus.

Nei primi dieci mesi del 2015, il valore delle vendite segna un aumento tendenziale dell’1,0%.

Con riferimento allo stesso periodo, il valore delle vendite mostra variazioni positive sia per gli alimentari sia per i non alimentari (rispettivamente, +1,4% e +0,6%).

L’indice in volume delle vendite al dettaglio registra una variazione negativa rispetto a settembre 2015 (-0,6% ) e una variazione positiva rispetto a ottobre 2014 (+0,8%). Nel trimestre agosto-ottobre 2015 l’indice resta invariato rispetto ai tre mesi precedenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il commercio al dettaglio arranca