Il BTP Italia è un successo. Richieste per oltre 2 mld

(Teleborsa) – Il ritorno del BTP Italia è stato un vero e proprio successo, almeno stando alle richieste pervenute nel primo giorno di sottoscrizione. E’ stata superata la soglia di 2,15 miliardi di euro, con oltre 32.900 contratti.

Oggi, 13 novembre 2017, ha preso il via il collocamento della dodicesima tranche del BTP Italia (fino al 16 novembre 2017). Si tratta di un titolo indicizzato all’inflazione, dedicato ai piccoli risparmiatori, della durata di 6 anni e con scadenza novembre 2023.

Il collocamento avviene a ridosso della scadenza – il 12 novembre 2017 – della quinta emissione del BTP Italia a 4 anni, quella che nel 2013 segnò la raccolta record di oltre 22 miliardi di euro e circa 300 mila contratti sottoscritti.

Si trattò del più grande collocamento diretto al pubblico retail (risparmiatori individuali e affini) in Europa, registrando un primato storico per contratti e controvalore in una singola giornata (quella del 5 novembre 2013) sul Mercato Telematico delle obbligazioni (MOT).

La più grande emissione di un titolo di Stato avvenuta in un unico collocamento è stata oggetto, a maggio 2017, di un’operazione di concambio che è servita a ridurre di 4,2 miliardi l’importo del BTP Italia in scadenza.

Dell’emissione “valanga” di BTP Italia di 4 anni fa, quindi, scadranno 18 miliardi. Anche in vista di questa scadenza, e in linea con quanto annunciato nelle linee guida del debito pubblico 2017, tornano i Buoni legati all’andamento del tasso di inflazione nazionale.

Il BTP Italia è un successo. Richieste per oltre 2 mld
Il BTP Italia è un successo. Richieste per oltre 2 mld