Il Brasile non vuole Lula al Governo. Manifestazioni in piazza

(Teleborsa) – Proteste in piazza contro l’ingresso di Lula nel governo. La decisione dell’attuale presidente Dilma Rousseff di nominare il suo predecessore Luiz Inacio Lula da Silva ministro della Casa Civil, capo di gabinetto dell’attuale capo di stato, ha scatenato la rabbia dei brasiliani che sono immediatamente scesi nelle piazze del Paese per manifestare il proprio dissenso. 

La miccia si è accesa dopo la pubblicazione delle intercettazioni di una telefonata tra Lula e Rousseff, in cui quest’ultima lo informa che gli invierà il decreto della sua nomina per poterlo usare “se necessario”.

I cittadini non riescono a digerire il fatto che l’ex presidente, indagato nello scandalo Petrobas, possa beneficiare di uno status particolare che gli permetta di evitare l’arresto. 

La folla chiede ora le dimissioni di Rousseff, che a sua volta è alle prese con il possibile impeachment, il tutto mentre il Paese sta affrontando una brutta recessione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Brasile non vuole Lula al Governo. Manifestazioni in piazza