Il Boeing 777 Malaysian volo MH17 nel 2014 fu abbattuto in Ucraina da un missile Buck lanciato dai Russi

(Teleborsa) – Il Boeing 777 Malaysia Airline fu abbattuto nel cielo dell’Ucraina da un missile russo Buck lanciato dalla 53esima Brigata antiaeera di Mosca da un mezzo mobile entrato appunto in Ucraina. Nel disastro del volo MH17 partito da Amsterdam e diretto a Kuala Lampur, capitale della Maylasia, morirono tutte le 289 persone che si trovavano a bordo.

E’ questa la conclusione ufficiale dell’inchiesta internazionale condotta dal Joint Investigative Team (Jit) a guida olandese che include anche specialisti di Australia, Belgio, Malaysia e Ucraina, annunciata in una conferenza stampa a Utrecht, in Olanda. Resti del missile Buk sono stati mostrati durante la conferenza stampa del team di investigatori internazionali.

Da parte sua Mosca, che ha sempre negato il coinvolgimento delle proprie Forze Armate nella tragedia, ha immediatamente ribadito che “sii tratta di una vecchia storia gettata in bocca all’informazione”.

Il 777 venne abbattuto il 17 luglio 2014 nella regione separatista di Donetsk, in Est Ucraina. Già dal 2016 la Commissione aveva reso noto con certezza che l’aereo era stato colpito da un’arma sistema missilistico anti-aereo Buk. Nel comunicare le conclusioni, la Jit ha mostrato pezzi del missile assassino recuperati sul luogo del disastro. L’inchiesta avrebbe accertato che un “camion lanciamissili” russo di stanza a Kursk, nella parte occidentale del Paese, era entrato in territorio ucraino all’altezza di Krasnodar con quattro missili ed era stato riportato in territorio russo, con un’arma in meno, subito dopo l’abbattimento dell’aereo. 

Per domani, 25 maggio, all’Aja è in programma conferenza stampa del team di ricercatori Bellingcat che presentano un nuovo rapporto sul disastro aereo. Bellingcat è un sito web fondato dal giornalista cittadino britannico Eliot Higgins che pubblica i risultati delle inchieste di giornalisti e cittadini sulle guerre e su episodi di criminalità clandestina.

Solo quattro mesi prima, l’8 marzo 2014, la Malaysia Airline aveva subito la misteriosa scomparsa di un altro suo Boeing 777 con 239 a bordo in servizio col volo MH370 da Kuala Lampur a Pechino. L’aereo dopo qualche ora dal decollo aveva improvvisamente cambiato rotta interrompendo i contatti radio e spegnendo il trasponder (l’apparecchiatura di bordo che permette in automatico l’identificazione e la localizzazione del velivolo).

Solo recentemente una squadra di investigatori di internazionali, dopo anni di inutili ricerche in una zona molto vasta dell’Oceano Indiano e di indagini minuziose comprese quelle su tutti i presenti a bordo, ha stabilito che il Boeing fu fatto precipitare dal Comandante che aveva da tempo pianificato il suicidio con una strage di massa facendo precipitare in mare il velivolo. 

Il Boeing 777 Malaysian volo MH17 nel 2014 fu abbattuto in Ucraina da ...