Il 27 maggio l’esordio di Itabus, il nuovo operatore del trasporto privato su gomma

(Teleborsa) – Partiranno il 27 maggio i primi viaggi di Itabus, il nuovo operatore di trasporto passeggeri su gomma a lunga percorrenza, che percorreranno in lungo e in largo la penisola. Nato dall’iniziativa di Flavio Cattaneo, Luca Cordero di Montezemolo, Angelo Donati, Isabella Seragnoli e la famiglia Punzo in qualità di azionisti della nuova società, Itabus è stata presentata questa mattina alla stampa. L’obiettivo è quello di completare l’offerta dei servizi di trasporto ferroviari e aerei, raggiungendo anche quelle località che non sono raggiunte dalle grandi infrastrutture.

A regime la nuova società punta di poter contare su una flotta 100% di proprietà composta da 300 autobus di ultima generazione – che saranno forniti esclusivamente dalla tedesca MAN con cui è stato firmato un contratto che prevede il ricambio dei mezzi ogni due anni – in grado di garantire 350 servizi al giorno – che comprenderanno anche viaggi in notturna – e 90 milioni di chilometri annui lungo tutto il paese. L’iniziativa secondo quanto riferito dalla stessa Itabus contribuirà inoltre a generare più di mille posti di lavoro, indotto compreso. Annunciate anche le partnership con due grandi gruppi italiani negli ambiti della sostenibilità e della digitalizzazione. A Eni infatti sarà affidato il rifornimento dei mezzi diesel Euro 6D e la sperimentazione di soluzioni ecosostenibili nei campi dell’idrogeno e della mobilità elettrica per un futuro utilizzo da parte di Itabus; Tim invece garantirà la connettività dei mezzi che saranno tutti dotati di rete wi-fi interna 4G e 5G.

“L’ingresso di Itabus nel mercato del trasporto su gomma porterà ampi benefici ai molti viaggiatori che si spostano ogni giorno in Italia – ha dichiarato Stefano Fiore, uno dei due amministratori delegati di Itabus – Il nostro modello si contraddistingue per sicurezza e qualità a prezzi estremamente competitivi. Abbiamo puntato su una rete estesa e capillare perché crediamo nelle potenzialità del territorio italiano”. “Itabus introduce un concetto di viaggio su gomma completamente nuovo, con gli standard migliori del settore aereo e ferroviario ad alta velocità, per sviluppare l’intermodalità e integrarsi in maniera sinergica con il sistema di mobilità esistente più all’avanguardia – ha aggiunto il secondo ad Enrico Zampone – Le persone sono al centro del nostro progetto, abbiamo deciso di investire per creare occupazione e offrire maggior scelta ai viaggiatori, rispondendo a tutte le esigenze grazie alla flessibilità dei nostri servizi”.

“In un momento come questo, dove molti imprenditori hanno delle difficoltà – ha detto Flavio Cattaneo, vice-presidente di Italo e uno degli azionisti della nuova Itabus – ci vuole del coraggio. Itabus è nata per la fiducia nel progetto e nel paese, con una squadra di azionisti che si conosce dai tempi di Italo”. “Il progetto – ha aggiunto – è interamente italiano ed è posizionato nel Centro-Sud: un’altra prova di iniziative che fanno del Centro-Sud il loro baricentro”. Quella di Itabus “è un’iniziativa imprenditoriale pura, tutta italiana, con tutti i rischi di impresa e non con i sussidi”, ha aggiunto Luca Cordero di Montezemolo, l’altro azionista di Itabus intervenuto nel corso della conferenza stampa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il 27 maggio l’esordio di Itabus, il nuovo operatore del traspor...