ICCSAI presenta il Fact Book 2017

(Teleborsa) – Il mercato italiano del trasporto aereo passeggeri cresce meno della media europea, ma più di Francia e Germania. È quanto emerge dal rapporto annuale sulla competitività del trasporto aereo, il Fact Book 2017 presentato da ICCSAI all’Aeroporto di Fiumicino e giunto alla undicesima edizione.

Nel 2017 per Spagna e Olanda si registrano tassi di crescita a doppia cifra grazie a Madrid e Amsterdam, mentre non si avvertono incidenze negative della Brexit sui tassi di crescita del Regno Unito.

Per quanto concerne il traffico passeggeri negli aeroporti, Roma Fiumicino cresce del 3,2% ma perde posizioni su Gatwick e Barcellona. I tre quarti degli aeroporti europei ha aumentato il volume di passeggeri, ma Malpensa nel 2016 ha registrato un traffico paragonabile a quello del 2006, soprattutto per effetto del de-hubbing. Lo scalo varesino è, inoltre, ancora l’aeroporto con la presenza di compagnie aeree più diversificate tra le maggiori realtà europee.

La crescita del traffico passeggeri in Italia nel 2017 riguarda soprattutto Malpensa, Bergamo, Catania, Napoli, Cagliari, Verona e Treviso.

In questo quadro Ryanair è il primo vettore in Europa, superando i passeggeri del gruppo Lufthansa, e ottiene un load facile record al 94%.

Tiene l’offerta complessiva di Alitalia, che nel 2017 offre il 24% dell’offerta intercontinentale in partenza dall’Italia e riduce i prezzi su tutte le distanze. Risulta invece una riduzione sensibile del dynamic pricing per Ryanair e Easyjet.

Il traffico merci registra forti aumenti per Malpensa, che ha puntato decisamente su Dhl, Venezia e Bologna, mentre rinsalda l’importanza logistica di Bergamo.

ICCSAI presenta il Fact Book 2017
ICCSAI presenta il Fact Book 2017