Iccrea Banca capofila delle Bcc nel credito a famiglie e PMI. Via libera al bilancio 2016

(Teleborsa) – L’assemblea di Iccrea Banca ha approvato il bilancio 2016, che si è chiuso con un utile di 21,1 milioni di euro, mentre a livello consolidato c’è stata una perdita di 24 milioni di euro.

I conti hanno subito il peso dei contributi al fondo di risoluzione che ha salvato le 4 banche (46 milioni) e della svalutazione in Atlante (10 milioni). Al netto delle poste straordinarie, il risultato netto normalizzato sarebbe stato un utile di 28,5 milioni di euro.

Dividendi distribuiti per oltre 14 milioni di euro complessivi.

Il patrimonio è di 1,6 miliardi di euro, mentre i ratios patrimoniali vedono il Common Equity Tier 1  ratio al 40,75% e il Total Capital ratio al 44,25%. Su base consolidata il CET1 si è attestato al 12,13%, ben al di sopra del 9,5% richiesto dalla BCE nel processo di valutazione prudenziale Srep per il 2016, e il Tcr al 13,3%.

“Questi numeri testimoniano il continuo supporto dato da Iccrea al Credito Cooperativo su tutti i fronti, compreso quello che vede le BCC sui loro territori di origine a fianco delle famiglie e soprattutto delle PMI italiane che rappresentano la leva più importante per la ripartenza economica del Paese”, ha commentato Giulio Magagni, Presidente di Iccrea Banca.

Nell’ambito del credito alle imprese clienti delle BCC, Iccrea BancaImpresa e le altre società da lei controllate (BCC Lease e BCC Factoring) hanno realizzato nuovi impieghi per 3,5 miliardi di euro; un risultato in netta crescita rispetto a quello dell’anno precedente (+20%) a dimostrazione di un incrementato impegno a sostenere la vocazione delle BCC a favorire lo sviluppo dei loro territori.

I risultati del 1° trimestre del 2017 sono positivi, secondo quanto anticipato dal Direttore generale di Iccrea Banca, Leonardo Rubattu, che parla di un utile di 11 milioni e di “numeri rilevanti”.

Iccrea Banca capofila delle Bcc nel credito a famiglie e PMI. Via libe...