IBM, S&P taglia rating: acquisizioni possono compromettere riduzione debito

(Teleborsa) – Standard & Poor’s ha annunciato di aver declassato da “A” a “A-” il rating sulla società informatica IBM in quanto una serie di acquisizioni rischia di compromettere gli sforzi di International Business Machines per la riduzione del suo debito. L’outlook è rimasto stabile.

S&P Global si aspetta che IBM persegua ulteriori acquisizioni per rafforzare i suoi business nell’hybrid cloud e nell’intelligenza artificiale. La società di rating evidenzia che sulla base di questi assunti, e assieme all’annunciato spin-off delle sue attività di Managed Infrastructure Services, c’è incertezza sul fatto che IBM possa ridurre la leva finanziaria di un livello significativo nel prossimo anno o due.

All’acquisto da parte di IBM di Red Hat, completato nel 2019 per 34 miliardi di dollari, nel primo trimestre del 2021 son seguite acquisizioni per circa 1 miliardo di dollari, mentre ad aprile IBM ha annunciato che acquisterà Turbonomic per 2 miliardi di dollari.

Intanto avanza di poco IBM a Wall Street, dove che sta mettendo a segno un modesto profit a +0,82%, attestandosi a 146,4. Le implicazioni tecniche assunte avvalorano l’ipotesi di una prosecuzione della giornata in senso positivo con resistenza vista a quota 146,9 e successiva a 148,1. Supporto a 145,6.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

IBM, S&P taglia rating: acquisizioni possono compromettere riduzio...