IBM sconta un outlook deludente e la debolezza del settore software

(Teleborsa) – Giornata drammatica per IBM a Wall Street, dopo che il colosso dell’informatica ha annunciato conti oltre le attese, ma un outlook giudicato molto deludente. Il titolo, che perde il 4,3%, sconta l’incapacità del management di convincere gli operatori sul futuro rilancio del gruppo, a causa della persistente debolezza del settore software, che ha visto scendere il giro d’affari dell’11% nell’ultimo trimestre.

Il quarto trimestre si è chiuso con un calo dell’utile del 19% a 4,46 miliardi di dollari, pari a 4,84 dollari ad azione, che risulta superiore ai 4,81 dollari attesi dagli analisti. Il fatturato è sceso dell’8,5% a 22,06 miliardi di dollari, ma supera il consensus di 22,02 miliardi, pur risultando in calo da oltre un anno. 

Pessimo l’outlook annunciato dal CFO Martin Schroeter, che ha quantificato l’EPS  dell’esercizio 2016 a 13,5 dollari, ben al di sotto dei 15 dollari stimati dagli analisti. 

Anche nella conference call seguita alla pubblicazione dei risultati, il management non è stato capace di rassicurare gli investitori. “Abbiamo fatto molto nel 2015”, ha detto Schroeter, spiegando: “A conti fatti, il fatturato nell’anno è sceso dell’1%, ma abbiamo accresciuto i margini, investendo fortemente sul futuro, e abbiamo creato valore per gli azionisti, mentre stiamo tentando di trasformare il business”. Una trasformazione che evidentemente la comunità finanziaria non ha colto.

IBM sconta un outlook deludente e la debolezza del settore softwa...