I tecnici del parlamento giudicano le stime del PIL 2017-2018 sovrastimate

Secondo l’Ufficio Parlamentare di Bilancio (UPB) le stime di crescita del Documento di Economia e Finanza (DEF) sarebbero in linea con quelle stilate dai tecnici del panel parlamentare per il 2015 ed il 2016, mentre divergono leggermente (al ribasso) per gli anni 2017 e 2018. 

Il DEF stima infatti una crescita del PIL dell’1,3% per entrambi gli anni, poco sopra il tetto della forchetta stilata dall’UPB dell’1,2%. Il gap sarebbe determinato da una minore stima di crescita dei consumi (all’1,1% per UPB all’1,2% per il DEF), che poggia su una diversa dinamica retributiva a parità di stime di occupazione. 

Fra i fattori che potrebbero rallentare la crescita, inoltre, vi sono le evoluzioni delle variabili internazionali (export, cambio e petrolio), che appaiono ora meno favorevoli rispetto a quelle determinate dal Ministero dell’Economia.

I tecnici del parlamento giudicano le stime del PIL 2017-2018 sov...