I pericoli dell’abusivismo nel settore estetico

(Teleborsa) – Operatori non qualificati, scarso rispetto delle norme di igiene e sicurezza potrebbero costare caro alla nostra pelle. Proprio per questo è stata lanciata una campagna promozionale per dire stop all’abusivismo nei settori dell’acconciatura e dell’estetica, per ricordare i danni alla salute, a volte gravi, che operatori non qualificati possono provocare. “Gli abusivi giocano con la tua pelle, scegli mani sicure”, è lo slogan della campagna lanciata per sensibilizzare l’opinione pubblica. Il tutto accade proprio mentre nelle periferie delle grandi città iniziano a spuntare come funghi negozi che offrono servizi a prezzi davvero bassi, facendo sorgere dubbi sul rigoroso rispetto delle regole. 

Il presidente di CNA Benessere e Sanità, Antonio Stocchi parla di una “vera e propria emergenza per la nostra categoria”, chiedendo “un intervento urgente delle autorità competenti per ristabilire la legalità”. La Confederazione Nazionale dell’Artigianato (CNA) ribadisce, infatti, la necessità di garantire operatori qualificati, il rispetto delle norme di igiene e sicurezza, l’aggiornamento continuo sull’utilizzo delle apparecchiature per l’estetica, l’uso di prodotti cosmetici a norma. L’abusivismo altera il mercato e impedisce la concorrenza leale, quindi comporta un danno anche economico.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I pericoli dell’abusivismo nel settore estetico