Hillary accetta la nomination: “America alla resa dei conti”

(Teleborsa) – “Sarò presidente di tutti”. Hillary Clinton accetta la nomination democratica per la corsa alla presidenza degli Stati Uniti:”Scriviamo un nuovo capitolo insieme”.

Nel discorso che chiude la convention democratica, Clinton cerca di conquistare i sostenitori di Sanders e spinge sullo slogan “Stronger Together” (più forti insieme), ma non perde l’occasione per attaccare duramente il suo rivale repubblicano Donald Trump.

“Con umiltà e determinazione, e con la massima fiducia nel futuro dell’America, io accetto la vostra nomination”. Inizia così il discorso di Hillary la prima donna a correre per la Presidenza nella storia americana. Un risultato raggiunto grazie al suo rivale, Bernie Sanders, che l’ha ufficialmente sostenuta, riuscendo a sanare la spaccatura del partito, ma non riuscendo a placare l’ira dei suoi sostenitori, che ancora una volta hanno manifestato il dissenso nei confronti della Clinton, invadendo la sala stampa della convention e protestando contro la nomination di Hillary.

“Nessuno di noi ha il suo nome su un grattacielo. Siamo costruttori di un altro tipo” afferma la candidata alla Casa Bianca. Un chiaro, ma non esplicito, riferimento a Trump. Diretto, invece, il messaggio: “L’America è grande. Non lasciatevi dire da nessuno che siamo deboli. E non credete a Donald Trump che dice di essere l’unico a poter risolvere i problemi”, citando le parole di Franklyn Delano Roosevelt.

“La mia missione come presidente, sarà creare più opportunità e più posti di lavoro con buoni stipendi. Sarà la mia missione dal primo all’ultimo giorno”, aggiunge Clinton, assicurando che la sua sarà una “leadership ferma e solida”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Hillary accetta la nomination: “America alla resa dei conti&#822...