HERA, crescita a doppia cifra di utili e ricavi nei 9 mesi

(Teleborsa) – La multiutility bolognese HERA chiude i primi 9 mesi dell’anno con utile netto di 242 milioni di euro (+12,1%) rispetto ai 215,9 milioni dell’analogo periodo dell’anno precedente.

I ricavi sono stati pari a 5.063,2 milioni di euro, in crescita del 16,4% rispetto ai 4.348,4 milioni del 2018, grazie al contributo di tutte le aree di business. L’EBITDA cresce da 748,6 milioni di euro a 785,8 (+5%) ed il risultato operativo a 405,5 milioni di euro rispetto ai 376,5 del 2018 (+7,7%).

La società parla di una performance “superiore alle attese” che “riflette un’esecuzione efficace del Piano industriale al 2022, avendo già raggiunto il 42% della crescita attesa di 200 milioni di euro di MOL, in anticipo rispetto alle tempistiche pianificate. Alcuni progetti strategici, anche di M&A di prossima conclusione, saranno rappresentati nell’ormai prossimo Piano industriale al 2023″.

Gli investimenti operativi al 30 settembre 2019, al lordo dei contributi in conto capitale, ammontano a 343,1 milioni di euro, in crescita del 15,7% rispetto all’analogo periodo del 2018 e in linea con quanto previsto dal Piano industriale.

La Posizione finanziaria netta è pari a a 2.740,7 milioni, con PFN/MOL in miglioramento a 2,57x.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

HERA, crescita a doppia cifra di utili e ricavi nei 9 mesi