Hera, CdA approva conti 2020. Sinergie da partnership con Ascopiave

(Teleborsa) – Il consiglio di amministrazione di Hera ha approvato oggi i conti 2020 della società, giudicati “positivi pur in un anno particolarmente complesso per il Paese a causa dell’emergenza coronavirus”. Hera ha chiuso l’esercizio con ricavi pari a 7.079 milioni di euro (+2,4% sul 2019), un margine operativo lordo di 1.123 milioni di euro (+3,5%) e un utile netto di pertinenza degli azionisti pressoché stabile a 302,7 milioni di euro.

Nel 2020 gli investimenti netti (comprensivi di 46,9 milioni di euro relativi all’acquisto di partecipazioni finanziarie riferite principalmente ad Ascopiave) sono stati pari a 528,5 milioni, in crescita del 3,8% sull’anno prima. La posizione finanziaria netta si attesta a 3.227 milioni, in miglioramento rispetto ai 3.274,2 milioni del 2019.

Il CdA ha deciso di proporre all’assemblea dei soci del 28 aprile la distribuzione di un dividendo di 11 centesimi per azione, in crescita del 10% rispetto all’ultimo dividendo pagato e in rialzo rispetto a quanto previsto nel Piano industriale per l’esercizio in corso.

“La crescita registrata dal gruppo Hera è stata fortemente sostenuta dall’operazione di partnership con Ascopiave, che ha permesso alla multiutility un ulteriore consolidamento nel Triveneto”, ha commentato l’amministratore delegato Stefano Venier. “Siamo riusciti ad anticipare fin da subito l’estrazione di una parte significativa delle sinergie previste generando un contributo cruciale all’incremento dei flussi di cassa del 2020″, ha aggiunto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Hera, CdA approva conti 2020. Sinergie da partnership con Ascopiave