Heineken chiude esercizio 2020 in rosso a taglia 8.000 posti lavoro

(Teleborsa) – Heineken chiude i conti 2020 in rosso ed annuncia un maxi taglio di posti di lavoro, La big olandese della birra licenzierà 8.000 persone in tutto il mondo, pari a quasi il 10% della sua forza lavoro, nell’ambito di un piano di ristrutturazione volto alla riduzione dei costi.

La misura è scattata dopo che Heineken ha annunciato di aver chiuso l’esercizio 2020, colpito dalla pandemia, con una perdita di 204 milioni di euro, pari ad un calo del 109% rispetto ai 2m1 miliardi di utile riportati l’anno precedente. Le vendite hanno accusato un calo di oltre il 17% a 23 miliardi di euro, a causa della chiusura di molti bar e ristoranti per le restrizioni causate dal Covid.

Il Ceo Dolf van den Brink ha parlato di un “anno di interruzioni e transizioni senza precedenti” che ha colpito l’azienda, aggiungendo “mentre navighiamo in mezzo alla crisi, costruiamo il nostro futuro”. “Aspiriamo ad una crescita alta e profittevole – ha aggiunto – in un mondo in continuo cambiamento”.

(Foto: Mehran / Pixabay )

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Heineken chiude esercizio 2020 in rosso a taglia 8.000 posti lavoro