Harley-Davidson, conti oltre attese nel terzo trimestre

(Teleborsa) – Terzo trimestre dell’anno a due facce per Harley-Davidson , che registra utili e ricavi migliori del previsto. Il celebre marchio motociclistico subisce però un forte calo, del 13,3%, delle vendite retail negli Stati Uniti. La società è stata al centro di una querelle con il Presidente USA Donald Trump che aveva invitato gli americani a boicottare le motociclette Harley dopo che la società aveva deciso di spostare all’estero parte della produzione, quella dedicata al mercato europeo, in risposta ai dazi auto che il tycoon aveva imposto all’Unione. Per tutta risposta sono infatti aumentate del 2,6% le vendite globali.

I risultati dell’azienda si sono comunque mostrati positivi, che ha segnato utili per 113,9 milioni di dollari, o 68 centesimi per azione, in rialzo dai 68,2 milioni, 40 centesimi per azione, dello stesso periodo dello scorso anno. Al netto di voci straordinarie, l’EPS si è pportati a 78 centesimi, sopra le stime degli analisti (53 centesimi). Bene anche il dato sui ricavi, che salgono da 1,15 a 1,32 miliardi di dollari, mostrandosi anche in questo caso al di sopra delle attese che erano per 1,07 miliardi.

In calo il titolo a Wall Street che attualmente mostra un ribasso dell’1,96%.

Harley-Davidson, conti oltre attese nel terzo trimestre