GVS, debutto con il turbo a Piazza Affari

(Teleborsa) – Grande debutto per GVS, che ha fatto il suo ingresso oggi alla Borsa di Milano (MTA), a 9,576 euro, in rialzo del 17,5% rispetto al prezzo del collocamento di 8,15 euro.

La società bolognese, che produce filtri e mascherine per uso industriale, è la prima matricola del 2020, a causa dello stop imposto dal lockdown nei primi mesi dell’anno.

L’IPO di GVS si è chiusa con una domanda boom, superiore dei sei volte l’offerta, pari a di 3,4 miliardi di euro. Collocate di 70 milioni di azioni. IN base al prezzo id collocamento, il ricavato complessivo dell’IPO è pari a 81,5 milioni di euro per la società e 416 milioni per i soci di riferimento (GVS Group), ma in caso di integrale esercizio della greenshoe, il ricavato complessivo sarà pari a 489 milioni.

Nell’ambito dell’offerta, Goldman Sachs International e Mediobanca agiscono in qualità di joint global coordinators e joint bookrunners.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

GVS, debutto con il turbo a Piazza Affari