Guerra dei dazi, la Commissione UE scende in campo

(Teleborsa) – I venti di guerra sui dazi che spirano negli Statesarrivano dall’altra parte dell’oceano.

Il Collegio dei Commissari dell’Unione Europea, oggi 7 marzo si è riunito allo scopo di trovare una risposta comune dell’UE allepossibili restrizioni all’importazione degli Stati Uniti per l’acciaio e l’alluminioannunciate il 1° marzo scorso.  Un’annuncio che ha sollevato diversi dissapori e che ha portato alle dimissioni diGary Cohn, Capo consigliere economico del Presidente USA Donald Trump.

Bruxelles è pronta a reagire in modo proporzionato e pienamente in linea con le regole del World Trade Organization (WTO) nel caso in cui le misure statunitensi siano formalizzate e incidano sugli interessi economici dell’UE.

Il Collegio ha dato il proprio sostegno politico alla proposta presentata dal presidente Jean-Claude Juncker, dal vicepresidente Jyrki Katainen e dal commissario per il commercio Cecilia Malmström che dopo la riunione del Collegio ha dichiarato: “Speriamo ancora, in qualità di partner della sicurezza degli Stati Uniti, che l’UE sia esclusa dalle misure annunciate. Speriamo anche di convincere l’amministrazione statunitense che questa non è la mossa giusta”.

Al momento, precisa Cecilia Malmström,”non è stata intrapresa alcuna azione formale da parte dell’Unione Europea, ma abbiamo chiarito che una mossa del genere potrebbe arrecare un danno all’UE, mettendo a repentaglio migliaia di posti di lavoro europei. Per questo ci sarà una risposta solida e proporzionata ma pienamente in linea con le regole del WTO. Il protezionismo non può essere la risposta, non lo è mai”, ha tuonato Cecilia Malmström

“L’UE rimane disponibile a continuare a lavorare su questo insieme con gli Stati Uniti. L’UE è stata e rimane un forte sostenitore di un sistema commerciale globale aperto e basato sulle regole”, ha concluso il commissario per il commercio.

Guerra dei dazi, la Commissione UE scende in campo