GSK, spin-off e quotazione della divisione Consumer Healthcare a metà 2022

(Teleborsa) – Il colosso farmaceutico britannico GlaxoSmithKline (GSK) ha comunicato oggi, in un incontro con analisti e comunità finanziaria, un aggiornamento sui suoi piani di crescita per i prossimi anni e per l’annunciato spin-off e quotazione della divisione Consumer Healthcare. Le mosse delineate oggi fanno parte di una strategia definita nel 2017 per concentrare l’attenzione dell’azienda sullo sviluppo di farmaci per il cancro, l’HIV e altre malattie. Nei prossimi cinque anni, New GSK (il perimetro aziendale che rimarrà dopo lo spin-off) prevede di ottenere una crescita annuale delle vendite di oltre il 5% e una crescita dell’utile operativo rettificato di otre il 10%. La società prevede di migliorare il margine operativo rettificato dal circa 25% nel 2021 a oltre il 30% entro il 2026.

La separazione del ramo d’azienda Consumer Healthcare è prevista per la metà del 2022, con la nuova società che avrà un portafoglio pari a un fatturato annuo di oltre 10 miliardi di sterline nel 2020. Le nuove azioni della società Consumer Healthcare dovrebbero essere quotate sul segmento premium del London Stock Exchange e come ADR negli Stati Uniti. New GSK manterrà fino al 20% della partecipazione di GSK nella nuova società Consumer Healthcare come investimento a breve termine, che intende monetizzare per rafforzare ulteriormente il bilancio di New GSK. Prima della scissione, si prevede che New GSK riceverà anche un dividendo fino a 8 miliardi di sterline da Consumer Healthcare.

“I vantaggi dell’enorme trasformazione che abbiamo messo in atto dal 2017 sono ora chiari – ha commentato la CEO Emma Walmsley – Abbiamo rafforzato la nostra ricerca e sviluppo e l’esecuzione commerciale e trasformato la struttura del nostro gruppo e l’allocazione del capitale, guidando al contempo un profondo cambiamento culturale con una nuova leadership. Ora siamo pronti a fornire un cambio di passo nella crescita per New GSK e sbloccare il valore di Consumer Healthcare”.

Nel 2022, gli azionisti di GSK riceveranno dividendi da GSK e New Consumer Healthcare che ammonteranno assieme a circa 55 pence per azione per l’anno. Questo dividendo pro-forma per il 2022 rappresenterebbe una riduzione del 31% rispetto al dividendo previsto per il 2021 di 80 pence per azione. La New GSK adotterà una politica di dividendi progressivi mirata a un pay-out ratio del 40-60%, a partire da 45 pence per azione nel 2023.

(Foto: © ricochet64 / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

GSK, spin-off e quotazione della divisione Consumer Healthcare a metà...