Gruppo Unipol, utile di 759 milioni nei primi 9 mesi

(Teleborsa) – Il primi 9 mesi dell’anno del Gruppo Unipol si sono chiusi con un utile netto di 759 milioni di euro, in calo del 18,5% rispetto ai 931 milioni dello stesso periodo del 2019, ma in crescita del 31,5% sui 577 milioni del risultato normalizzato. Quest’ultimo non considera infatti i 421 milioni della contabilizzazione a patrimonio netto della quota in Bper e i 67 milioni di oneri straordinari per l’incentivazione all’esodo.

Il rallentamento dell’attività commerciale legata all’emergenza Covid-19 ha colpito la raccolta diretta, si legge in una nota, che è scesa del 13,7% a 8,6 miliardi. Di questi, 3,1 miliardi sono afferenti al settore Vita, che ha subito un calo del 27,2% rispetto ai primi 9 mesi del 2019, mentre 5,5 miliardi al settore Danni, dove la contrazione è stata del 3,6%. Il risultato ante imposte del settore Danni è pari a 985 milioni di euro, quello del settore Vita di 51 milioni di euro. Il patrimonio netto consolidato del Gruppo ammonta, al 30 settembre 2020, a 8.328 milioni di euro (era di 8.305 milioni al 31 dicembre 2019).

Pur ammattendo che gli effetti della seconda ondata di coronavirus sono già evidenti, nella nota del Gruppo si legge che i dati attuali “consentono di confermare un andamento reddituale della gestione per l’anno in corso in linea con gli obiettivi fissati nel Piano Industriale 2019-2021”.

La controllata UnipolSai ha chiuso invece i primi nove mesi del 2020 con un risultato netto consolidato pari a 701 milioni di euro, in crescita del 37,7% sullo stesso periodo del 2019 e del 21,6% a livello normalizzato. Per quanto riguarda l’indice di solvibilità individuale di UnipolSai, al 30 settembre 2020 il rapporto tra fondi propri e capitale richiesto è pari al 284%, in miglioramento rispetto al 272% segnato al 30 giugno 2020.

Nel settore Danni, i premi Auto si attestano a 2.926 milioni di euro, in diminuzione del 4,6% sull’analogo periodo del 2019, mentre i premi Non Auto, pari a 2.595 milioni, registrano un calo contenuto (-2,6%) anche grazie alla commercializzazione di specifici prodotti legati all’emergenza sanitaria. Nel settore Vita, UnipolSai ha realizzato una raccolta diretta pari a 2.185 milioni (-28,2%) mentre nel canale di bancassicurazione Arca Vita, unitamente alla controllata Arca Vita International, la raccolta diretta è stata di 877 milioni di euro (-25,0% rispetto ai 1.169 milioni dei primi nove mesi 2019).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gruppo Unipol, utile di 759 milioni nei primi 9 mesi