Gruppo Cassa Centrale, assemblea approva bilancio 2020: utile a 245 milioni (+8,8%)

(Teleborsa) – L’Assemblea di Cassa Centrale Banca ha approvato oggi il secondo Bilancio consolidato del Gruppo Bancario Cooperativo, che comprende la capogruppo Cassa Centrale, le società controllate e ben 77 Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Raiffeisenkassen.

Il Bilancio 2020 chiude con ottimi risultati, che collocano il Gruppo ai vertici del panorama bancario e ne confermano la vicinanza al territorio ed alle comunità in un anno difficilissimo, dominato dalla pandemia. Il ruolo di sostegno al territorio ed alle comunità del Gruppo è confermato dalle oltre 120 mila moratorie, per complessivi 14 miliardi, e dal nuovo credito erogato a favore di imprese e famiglie, per oltre 11 miliardi. Di particolare rilievo anche le 14.250 sponsorizzazioni e beneficenze per un totale di 26,2 milioni di euro.

“Il 2020 è stato un anno positivo per il Gruppo. I numeri presentati oggi in Assemblea rappresentano una testimonianza concreta della forza del Gruppo e allo stesso tempo del nostro essere, coerentemente, Banche di Credito Cooperativo”, ha sottolineato il Presidente di Cassa Centrale Giorgio Fracalossi.

Bilancio 2020

L’utile netto si è portato a 245 milioni di Euro, in crescita dell’8,8% rispetto al 2019 ed il CET1 ratio è salito al 21,46% rispetto al 19,7% del 2019 a conferma dell’elevata solidità patrimoniale del Gruppo Cassa Centrale.

Il totale dell’attivo si è portato a 83,1 miliardi di euro. Forte crescita della raccolta complessiva a 91,6 miliardi (+11%), grazie alla crescita della raccolta diretta a 5,2 miliardi (+10%) e della raccolta indiretta a 3,6 miliardi (+13%),. Quest’ultima ha beneficiato della spinta impressa da risparmio gestito (+15%) e comparto assicurativo (+19%) che oggi rappresentano circa il 63% della raccolta indiretta totale.

Crescono anche i crediti verso la clientela (+5,4%) a fronte dei 3,3 miliardi di finanziamenti con garanzia statale erogati a sostegno di un contesto economico fortemente condizionato dalla pandemia. Da segnalare anche la contrazione dell’NPL ratio al 6,8% a fine 2020 dal 9,3% di fine 2019. Oggi il Gruppo con il 65% circa di copertura del credito deteriorato si posiziona ai massimi livelli del sistema bancario italiano.

Il nuovo piano strategico

L’Assemblea ha esaminato anche le prospettive di sviluppo definite nel prossimo Piano Strategico 2021-2024, che sarà presentato alla BCE, alla Banca d’Italia e al mercato nelle prossime settimane.

“Il nostro Piano Strategico coniugherà le direttrici del pragmatismo con quelle della visione a medio lungo termine in una prospettiva di crescita autonoma, consentita dalle dimensioni, dalla solidità, dalla redditività e dai consolidati rapporti con i territori che contraddistinguono il Gruppo”, ha spiegato Fracalossi.

Un Piano che si fonda su quattro aree di intervento: la prossimità territoriale attraverso l’ampliamento dell’offerta e della base clienti; la digitalizzazione e valorizzazione del capitale umano e sviluppo dell’identità di Gruppo; la vicinanza al cliente, cultura cooperativa e la sostenibilità del modello di business; l’attenzione al capitale e la riduzione dei rischi. E come corollario, il Piano prevede il potenziamento delle sinergie con le banche clienti extra Gruppo ed il potenziamento dell’efficienza operativa.

Integrazione del CdA

L’Assemblea dei soci ha anche integrato il CdA di Cassa Centrale Banca con la nomina di Paolo Piscazzi, Presidente della BCC Cassano delle Murge e Tolve.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gruppo Cassa Centrale, assemblea approva bilancio 2020: utile a 245 mi...