Green Pass, sgomberato pacificamente l’ultimo presidio di manifestanti al Porto di Genova

(Teleborsa) – Dopo sette giorni di protesta questa mattina la polizia ha sgomberato il presidio dei no Green Pass al varco Etiopia del porto di Genova. L’operazione è avvenuta in modo pacifico. Al momento dell’intervento, al presidio si trovavano una trentina di persone. Al varco, per mantenere viva la protesta anche durante la notte, era stato allestito un vero e proprio campo base con tende e camper in cui dormire, una cucina e una cambusa.

Protesta che era diventata soprattutto simbolica visto che da giorni il presidio non creava alcun tipo di disagio all’operatività del porto. Qualche rallentamento è stato registrato al transito dei tir perché gli autisti venivano invitati a una breve sosta per prendere con i manifestanti un caffè e mangiare un pezzo di focaccia.

Nel frattempo il corteo ‘no Green Pass’ in programma per domani a Trieste alle 14 e promosso dal Coordinamento 15 ottobre è stato confermato. Secondo quanto riportato da RaiNews24, la manifestazione è stata preavvisata alla Questura e non è stata vietata. Questa mattina la mobilitazione contro il certificato verde è proseguita in piazza Unità d’Italia con un centinaio di manifestanti. I portuali contrari al Green Pass hanno fatto sapere in una conferenza stampa che parteciperanno al corteo di domani slegati da qualsiasi coordinamento, compreso quello guidato da Stefano Puzzer, l’ex portavoce del sindacato CLPT.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Green Pass, sgomberato pacificamente l’ultimo presidio di manife...