Grecia, l’economia resterà in recessione fino al 2016

La Grecia ha presentato al Parlamento una bozza di bilancio al 2016 che soddisferà i creditori internazionali, ma sarà ancora una volta un bagno di sangue per i cittadini greci.

“Ci siamo messi d’accordo sulle prossime misure, che dovranno essere attuate, spero, entro metà ottobre, così da permettere lo sblocco di 2 miliardi di euro sui 3 miliardi promessi entro la fine dell’anno”, ha detto il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, nel corso della conferenza stampa a Lussemburgo, al termine dell’Eurogruppo.

Secondo quanto previsto nel programma di governo del primo ministro greco Alexis Tsipras, riconfermato nelle ultime elezioni, l’economia di Atene resterà in recessione fino al prossimo anno per, poi, tornare alla crescita nel 2017.

Nel documento di 49 pagine, il PIL è atteso in contrazione del 2,3% quest’anno e, nel 2016, dell’1,3%. Cifre che sono in linea con le previsioni contenute nel terzo pacchetto di salvataggio del Paese, da 86 miliardi di euro, concordato a fine luglio con UE e FMI. Il debito pubblico è atteso in aumento al 196% del PIL nel 2015 e del 201% nel 2016.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Grecia, l’economia resterà in recessione fino al 201...