Grande incertezza sul debito italiano. E le banche ne fanno le spese

(Teleborsa) – Giornata debole per il comparto bancario italiano, il contro trend rispetto all’Europa dove il relativo DJ Stoxx viaggia in leggero rialzo (+0,34%).

La finanza tricolore paga le incertezze che gravano sul debito dell’Italia in attesa della pubblicazione della Legge di bilancio – e, prima ancora, della nota di aggiornamento al DEF, il Documento di economia e finanza che fa da base alla Manovra – e alla luce delle tensioni tra Governo e Europa su immigrazione e politiche fiscali.

E mentre Moody’s ha deciso di rinviare il giudizio sul rating italiano per avere maggior chiarezza sul percorso fiscale del Paese e sulla sua agenda delle riforme, si attende con ansia il pronunciamento di Fitch, previsto per venerdì 31 agosto

Un barometro del sentiment degli investitori sarà costituito dall’asta di medio lungo termine in agenda giovedì, vista la cancellazione del collocamento del 13 agosto.

L’incertezza contagia negativamente Unicredit, peggior banca del FTSE Mib con una discesa dell’1%. Vendite anche su Intesa Sanpaolo -0,66%, mentre gli altri Istituti più capitalizzati mostrano cali frazionali.

Fuori dal coro Banca Carige con un rialzo del 2,20%. Raffaele Mincione ha depositato la propria lista di candidati per il rinnovo del Consiglio di Amministrazione della banca ligure.
 
Intanto lo spread consolida i livelli della vigilia attestandosi a 278 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,15%. 

Da rilevare i volumi esigui sia per fattori stagionali che per la chiusura della Borsa di Londra.

Grande incertezza sul debito italiano. E le banche ne fanno le sp...