GPI rafforza l’offerta in ambito IT

(Teleborsa) – GPI ha siglato un accordo quadro per l’acquisizione del 70% di BIM ITALIA SRL, attiva dal 1994 nel settore della Sanità con soluzioni che integrano prodotti software e servizi professionali.

“Il complesso di controlli formali e di report di controllo e governo dell’attività di cui dispone la suite QUANI rafforzano e completano le nostre soluzioni per la gestione delle cartelle cliniche e delle schede di dimissioni ospedaliere (SDO). Anche la gestione dei flussi informativi ministeriali obbligatori beneficerà dell’ingresso di BIM nel Gruppo GPI. L’operazione ci consentirà di creare notevoli sinergie, con iniziative di cross-selling e up-selling dell’offerta GPI sui clienti di BIM e di up-selling dell’offerta BIM sui clienti del Gruppo”, ha dichiarato Fausto Manzana, Presidente e AD di GPI. 

GPI acquisirà il 70% del capitale di BIM ITALIA SRL per un corrispettivo di 6,86 milioni di euro in contanti. L’accordo prevede dichiarazioni e garanzie della venditrice e correlati obblighi di indennizzo, de minimis, e franchigia in linea con la prassi di operazioni similari. È previsto un aggiustamento del prezzo in caso di raggiungimento di specifici target di EBITDA nel biennio 2018-2019, nonché l’impegno di GPI all’acquisto (e degli attuali soci alla vendita) del rimanente 30% del capitale comunque entro il 31/12/2021 a valori parametrati all’EBITDA e alla PFN 2019 o 2020. Il Consiglio di Amministrazione sarà composto da Fausto Manzana, Andrea Mora e Silvio Del Balzo (già Amministratore Unico di BIM ITALIA SRL, con conferimento di specifiche deleghe operative).

Non reagisce il titolo quotato all’AIM Italia: -0,09%.

 

GPI rafforza l’offerta in ambito IT